L’intralogistica svolge un ruolo cruciale nell’industria 4.0. Da una parte in un processo produttivo altamente automatizzato è indispensabile che il materiale arrivi alla linea di produzione in tempo e nelle giuste quantità, dall’altra, in una produzione sempre più personalizzata, diventa fondamentale creare una comunicazione interattiva e tempestiva tra magazzino e produzione. Bosch Rexroth risponde alla necessità di una logistica 4.0 con i veicoli a guida automatica AGV (Automated Guided Vehicles), in grado di fornire flessibilità e trasparenza, fondamentali per fabbrica del futuro.

ActiveShuttle, l’era degli AGV

Con il veicolo a guida automatica ActiveShuttle, Bosch Rexroth inaugura la logisitca 4.0 e una nuova era di sistemi di trasporto: sicurezza, efficienza e automazione sono le keyword di questo carrello semovente che trasporta fino a 260 kg a una velocità massima di 1 m/s.

La capacità di orientarsi senza aver bisogno di punti fermi di riferimento è senz’altro la grande innovazione in un’ottica di “fabbrica flessibile” dove il layout varia continuamente in base alle esigenze di produzione. ActiveShuttle utilizza, infatti, un efficace sistema di navigazione laser per mappare l’ambiente circostante. Si orienta, esegue il lavoro e nel contempo aggiorna costantemente la mappa degli spazi di trasporto percependo la presenza di ostacoli in ambienti di lavoro a traffico elevato, garantendo sempre la massima sicurezza nei suoi spostamenti (anche se vengono impiegati altri veicoli di trasporto e se sono presenti delle persone) e scegliendo tra molteplici concept di trasporto (dai trasporti ciclici a un approvvigionamento del materiale basato sulla chiamata a consumo).

Gli ActiveShuttle sono in grado di comunicare gli uni con gli altri in modalità wireless, inviando informazioni su eventuali cambiamenti dell’ambiente per evitare ingorghi e intoppi. La tecnologia sofisticata ed efficace e il marchio CE garantiscono il funzionamento 24 ore su 24, 7 giorni su 7, anche nel caso in cui siano apportate modifiche all’area di produzione. L’esercizio di trasporto è già stato ampiamente testato in otto stabilimenti produttivi del gruppo Bosch.

Intralogistica out of the box

Il nuovo veicolo autonomo AGV ActiveShuttle è molto facile da configurare e, grazie al Plug & Go si integra nell’intralogistica in modo semplice e veloce, senza necessità di adattamento dell’attuale infrastruttura della fabbrica.

La prima fase è preparare l’integrazione IT nell’impianto di produzione, e in particolare con il server che gestirà il sistema.

Una volta messo in funzione, ActiveShuttle esegue due screening manuali della “sua nuova casa”. Il primo consiste nel mirare all’infrastruttura di fabbrica in modo che possa creare la propria mappa interna, il secondo è apprendere tutti i punti di passaggio per le attività designate. Per fare ciò, utilizza il nostro algoritmo SLAM, ovvero la localizzazione e la mappatura simultanee.

AGV

AGV e movimentazione dei materiali più efficiente

La distribuzione di componenti e gruppi assemblati con un treno rimorchiatore è un metodo noto. Tuttavia, questo sistema presenta diversi svantaggi:

  • Innanzitutto, il carico e lo scarico semi-automatico o manuale dei treni rimorchiatori può comportare un ridotto utilizzo della capacità.
  • In secondo luogo, il processo di spostamento dei materiali può aumentare il rischio di incidenti per le persone e per altri sistemi di trasporto.
  • Poiché le esigenze di trasporto spesso devono essere registrate manualmente, questo può comportare tempi di rifornimento più lunghi e consegne di componenti errati. In questo caso, le richieste al sistema ERP non sono inviate o vengono ritardate. Il terzo problema è quindi garantire che il magazzino sia informato puntualmente delle esigenze, in modo da garantire che le linee di assemblaggio siano rifornite tempestivamente.

ActiveShuttle cambia definitivamente questo processo automatizzando del tutto la movimentazione dei materiali, oltre alle operazioni di carico e scarico. In modo autonomo e veloce, il sistema AGV sposta i carrelli industriali semoventi dotati di piccoli supporti di carico portandoli, ad esempio, dal magazzino al punto di utilizzo. I supporti di carico possono trasportare materiali di dimensioni massime pari a 600 x 400 mm e impilati fino a un’altezza di 1200 mm. La piattaforma di sollevamento integrata carica o scarica automaticamente i materiali trasportati nell’area logistica e di produzione.

Grazie all’efficace sistema di navigazione laser, il veicolo a guida autonoma AGV garantisce il trasporto sicuro ed efficiente in ambienti di lavoro a traffico elevato. Nei supermercati, vengono utilizzati i cosiddetti binari per carrelli per ricevere e sganciare automaticamente il carrello. Questo sistema consente di posizionare con precisione l’ActiveShuttle e di riporre i carrelli industriali semoventi nelle aree libere in modo ordinato e sicuro.

Logistica 4.0 e autoapprendimento alla base dei veicoli AGV

Grazie al sistema di trasporto autonomo ActiveShuttle, l’operatore può passare a una logistica 4.0 automatizzata in modo rapido e semplice.

L’ActiveShuttle Management System (AMS) gestisce il controllo di tutta la flotta di veicoli in modo efficiente. Gli ordini di trasporto da evadere possono essere inseriti sia manualmente sia in modo completamente automatizzato e adattati continuamente mediante sistemi di gestione terzi grazie alle interfacce presenti. I sistemi di livello più alto, come un Manufacturing Execution System (MES) o sistemi ERP, inviano i dettagli relativi alle esigenze di trasporto all’AMS, che a sua volta assegna un incarico di trasporto a un ActiveShuttle. L’ordine di lavoro viene quindi registrato, in modo che vi sia corrispondenza tra le scorte virtuali e quelle fisiche. Questo consente di ottimizzare ulteriormente i processi logistici e di produzione flessibile.

Le funzionalità integrate, offrono all’AGV la flessibilità di apprendere da solo. Ad esempio, la funzione di aggiornamento dinamico della mappa incorpora cambiamenti nell’ambiente – forse un nuovo ostacolo è apparso da qualche parte nella fabbrica – quindi il veicolo AGV lo noterà e informerà l’ActiveShuttle Management System (AMS), che a sua volta avviserà tutti gli altri mantenendo una localizzazione accurata a livello di flotta, riducendo così da una parte l’intervento umano e dall’altra rendendo più sicuro il movimento nell’ambiente di produzione.

L’ActiveShuttle Management System si occupa anche di tutti gli aspetti relativi agli ordini, consentendo ai robot collaborativi nelle linee di assemblaggio di comunicare direttamente con il sistema di trasporto autonomo.

Veicoli a guida automatica AGV: movimento a bassi costi di ingresso

I veicoli a guida automatica possono essere facilmente adottati anche dai produttori più piccoli. Questo perché non è necessaria una grande flotta di AGV per misurarne praticità ed efficacia, e l’investimento di set-up è basso. Per esempio, offriamo un semplice calcolatore del ritorno sull’investimento in grado di dimostrare i vantaggi.

Il ROI non si trova solo nel risparmio sui costi netti: ActiveShuttle aumenta anche la flessibilità e la produttività.

In futuro le aziende grandi, medie o più piccole che adotteranno soluzioni di Logistica 4.0 come i veicoli a guida automatica AGV potranno rendere la movimentazione dei materiali e componenti ancora più efficiente. Per cui, tenete d’occhio il pavimento dei vostri impianti: chissà se non vedrete presto un piccolo delivery guy che si muove vivacemente in missione.


Condividi :
  • Articoli simili

    articoli