Idraulica industriale
top lines articles

Verso un domani sostenibile: strategie e innovazioni per l’industria

bottom lines articles

Uno dei dibattiti più ferventi degli ultimi anni riguarda indubbiamente l’importanza della sostenibilità, intesa come il dovere di lasciare alle future generazioni un pianeta su cui valga la pena vivere.

Meno scontato è che il settore industriale, l’attività umana che più di ogni altra influenza l’ambiente, possa diventare lo strumento più efficace per vincere questa sfida epocale. In questo articolo parleremo proprio del rapporto tra comparto manufatturiero e sostenibilità esplorando i modi, i tempi e gli ambiti in cui questa alleanza può diventare vincente.

Esploreremo, inoltre, gli sviluppi innovativi e le pratiche sostenibili che stanno ridefinendo il concetto di produzione responsabile, evidenziando come queste iniziative non solo favoriscano un impatto ambientale positivo ma offrano anche vantaggi economici tangibili.

Sostenibilità e industria: una strada già tracciata 

Nell’ambito industriale l’imperativo assoluto è quello di ridurre le emissioni di CO2 a livello strutturale. Secondo uno studio realizzato congiuntamente da Boston Consulting Group e VDMA, per raggiungere gli obiettivi fissati nel trattato sul clima di Parigi le emissioni di CO2 derivate da impianti industriali devono essere ridotte di 30 gigaton entro il 2050.

In questo ambito i costruttori di macchine e gli operatori del comparto industriale possono davvero svolgere un ruolo di primo piano. Con le tecnologie attualmente disponibili è infatti possibile ridurre le emissioni di 13 gigaton entro il 2030, vale a dire una riduzione del 25% rispetto al picco di emissioni raggiunto nel 2020 con 53 gitaton emessi.

Questo risultato può essere raggiunto mediante l’ottimizzazione dei sistemi esistenti e l’utilizzo di tecnologie innovative. Come in molti paesi, anche in Italia l’utilizzo di queste tecnologie è incentivato da specifici programmi governativi.

Questo cambio di paradigma non è solo un dovere nei confronti delle future generazioni ma può anche rappresentare uno strumento di crescita economica. Secondo lo studio già citato gli investimenti genererebbero un fatturato nel comparto dell’ingegneria meccanica a livello globale fino a 10 trilioni di Euro entro il 2050.

Bosch Rexroth verso la sostenibilità industriale: MORE and LESS

Che cosa si intende quando si parla di sostenibilità in ambito industriale? Bosch Rexroth ha un modo chiaro per definirlo: More and Less. Significa guidare lo sviluppo delle tecnologie industriale verso un futuro sostenibile.

La nostra gamma di componenti e soluzioni è pensata per aiutare i nostri clienti a produrre più energia razionalizzando l’uso delle risorse.

Bosch Rexroth supporta i costruttori e gli utilizzatori di macchine industriali nel far evolvere i processi industriali verso i principi dell’economia circolare, riducendo il carbon footprint e facendo leva su tecnologie e livelli di performance sostenibili.

Essendo consapevoli che i mercati in cui operano i nostri clienti pongono delle sfide ogni giorno più complesse e impegnative abbiamo declinato i principi More and Less  per i 3 segmenti Industrial Hydraulics, Off-Highway e Factory Automation proponendo soluzioni e prodotti sviluppati specificamente per i differenti settori industriali.

Le 3 leve per una performance sostenibile

La Connected Hydraulics, ovvero l’evoluzione più recente della tecnologia Oleodinamica offre un contributo determinante per produrre impianti industriali sostenibili e performanti,attraverso 3 leve:

  • incremento dell’efficienza energetica
  • riduzione del consumo di fluidi
  • ottimizzazione dell’utilizzo delle risorse

L’efficienza energetica ed economica può essere incrementata sensibilmente ottimizzando i sistemi adottati nella fase di ingegnerizzazione grazie all’utilizzo di software di simulazione Un significativo potenziale di risparmio è collegato al controllo degli azionamenti idraulici

La seconda leve mira a una riduzione del volume di fluido impiegato. Grazie ai suoi sistemi di simulazione, Bosch Rexroth progetta centrali idrauliche con portate ottimizzate sia per i nuovi impianti che per quelli esistenti. Il risultato è lo stesso livello di performance con una forte riduzione del volumi d’olio impiegato.

La terza leva si focalizza sull’efficientamento nell’uso delle risorse. Con l’impiego di tecnologie di additive manufacturing, Bosch Rexroth è in grado di produrre geometrie innovative per blocchi e valvole idrauliche con portate ottimizzate che consentono non solo di ridurre le risorse impiegate ma anche di ottenere maggiori livelli di efficienza.

L’introduzione di tecnologie sostenibili

Una cosa è sicura: non c’è più tempo da perdere. La prima cosa è introdurre le tecnologie sostenibili già oggi disponibili e ampiamente sperimentate. Per esempio, nell’ambito idraulico, gli azionamenti a giri variabili Bosch Rexroth erogano il corretto livello di energy nel momento in cui è richiesta passando automaticamente alla modalità stand-by mode nelle fasi di inattività della macchina.

In funzione della specifica ciclica dell’impianto gli utilizzatori finali possono raggiungere potenziali di risparmio energetico fino all’80% [SYTRONIX]. I sistemi a giri variabili possono controllare inoltre assi servoidraulici ultracompatti [CYTROMOTION] o power unit idrauliche di nuova generazione [CYTROBOX].

Il passo successivo è quello di informarsi sulle agevolazioni e sugli incentivi oggi disponibili per introdurre nuove tecnologie che puntano all’efficienza energetica, alla digitalizzazione e al razionamento nell’uso delle risorse.

Per avere maggiori informazioni CONTATTACI.

Verso un domani sostenibile: strategie e innovazioni per l’industria
sticky-phone

Iscriviti alla nostra Newsletter

sticky-phone

Essere richiamati da un esperto